Scienza dell’alimentazione

alimentazione-vsd

Scienza dell’Alimentazione

Scienza dell’Alimentazione

Attraverso l’attuazione di un counseling nutrizionale lo specialista valuta insieme al paziente la storia personale, le motivazioni nonché le aspettative, al fine di individuare articolate strategie d’intervento. Particolare attenzione viene dedicata alle necessità del singolo anche in funzione dell’esercizio fisico.

Aree di attività

– sovrappeso
– obesità
– disturbi del comportamento alimentare (anoressia, bulimia, binge-eating disorders)
– diabete
– disordini metabolici (sindrome metabolica)
– alimentazione nell’anziano

Il percorso nutrizionale che viene impostato supera il concetto di “dieta“ come semplice strumento di dimagramento, fornendo informazioni e stimoli che portano a modificare positivamente le proprie abitudini alimentari spesso causa di diverse patologie, di cambiamenti strutturali della propria composizione corporea e di invecchiamento precoce.

Gli schemi dietetici sono personalizzati sia da un punto di vista alimentare sia fisico, tenendo conto anche dell’attività lavorativa.

Il percorso terapeutico solitamente si compone di:
I VISITA: anamnesi generale, anamnesi alimentare, antropoplicometria, valutazione della massa grassa.
VISITE SUCCESSIVE: valutazione dell’aderenza alla terapia alimentare impostata, dei progressi fisiologici e psicologici raggiunti, aggiornamento dello schema alimentare.

Una visita di controllo dal dentista ogni sei mesi
è il modo migliore per preservare il proprio sorriso
e la propria salute.

Oltre l’igiene orale domiciliare

La rimozione fisica della placca e del tartaro, ogni 6 mesi, consente di ripristinare lo stato ottimale delle gengive, scongiurare infezioni o patologie più gravi. Queste operazioni non devono essere considerate un miglioramento estetico, ma una vera cura medica. Inoltre, durante la visita è previsto un controllo approfondito per individuare potenziali problemi che, se curati per tempo, avranno un decorso favorevole. Un bravo dentista, infatti, può diagnosticare o quantomeno intercettare numerose patologie della bocca ma anche patologie sistemiche complesse, che mostrano i primi sintomi nel cavo orale, indirizzando poi il paziente allo specialista.