Glossario




A

Ascesso

accumulo localizzato di essudato purulento (pus) in una cavità formata dalla disgregazione dei tessuti


Allergia

alterata reattività di un individuo sensibilizzato dall'esposizione ad un allergene


Alveolo

la cavità nell'osso entro la quale il dente è attaccato per mezzo del legamento parodontale


Anestesia

perdita di sensibilità causata da un agente anestetico per permettere procedure diagnostiche e cliniche atte al trattamento


Apice radicolare

la parte terminale anatomica di una radice dentale




B

Biopsia

la rimozione e l'esame, solitamente al microscopio, di un dato tessuto biologico al fine di ottenere una diagnosi istologica


Bruxismo

l'abitudine di stringere, digrignare o serrare i denti. Le forze così generate possono danneggiare sia i denti che il loro apparato di sostegno.




C

Canale radicolare

la porzione della camera pulpare contenuta nella radice


Candidosi

un'infezione causata da un fungo del gene Candida, solitamente C. Albicans, associata ad alcuni fattori predisponenti come l'uso di antibiotici ad ampio spettro, gravidanza, xerostomia, diabete mellito, soppressione del sistema immunitario. Segni clinici sono placche bianche soffici che una volta rimosse lasciano il posto ad un'area eritematosa.


Carie

la localizzata e progressiva disintegrazione di un dente che inizia solitamente dalla dissoluzione dello smalto ed è seguita dall'invasione dei tubuli dentinali da parte di batteri.


Cavità pulpare

lo spazio interno di un dente dove solitamente risiede la polpa dentaria.


Cheilite angolare

infiammazione che colpisce gli angoli o le commessure labiali.




D

Dentina

la sostanza dura che forma il corpo del dente. Circonda la polpa dentale ed è coperta dallo smalto coronale e dal cemento radicolare




E

Epulide

termine non specifico per qualsiasi neo-formazione della gengiva




F

Fibroma

neoplasia benigna di tessuto connettivo fibroso


Fistola

la formazione non fisiologica di un canale che unisce due organi cavi o un organo e la superficie del corpo


Frenulectomia

l'escissione di un frenulo


Frenulo

una piccola banda o piega di membrana mucosa che controlla o limita i movimenti di un organo o di un sua parte


Forcazione

l'area anatomica di un dente pluriradicolato dove le radici divergono




G

Gengiva

quella parte di mucosa masticatoria che ricopre il processo alveolare e circonda il colletto dei denti.


Gengivite

infiammazione cronica della gengiva dovuta all'accumulo di biofilm batterico sopragengivale. Sanz M, van Winkelhoff AJ; Working Group 1 of Seventh European Workshop on Periodontology. Periodontal infections: understanding the complexity--consensus of the Seventh European Workshop on Periodontology. J Clin Periodontol. 2011 Mar; 38 Suppl 11:3-6




I

Impianto endosseo

materiale alloplastico posizionato nel processo alveolare e/o nell'osso basale che supporta un protesi o un altro dispositivo


Impronta

la riproduzione in forma negativa di aree della cavità orale.


Infiammazione

una risposta localizzata e sollecitata dalla prossimità di microbi e/o da una lesione tissutale, che permette di eliminare, diluire o confinare gli agenti infiammatori e il tessuto leso. Una reazione cellulare e vascolare dei tessuti ad un insulto.




L

Lichen planus

disordine mucocutaneo infiammatorio caratterizzato da papule cheratinizzate.




M

Malocclusione

qualsiasi deviazione dalla fisiologica relazione tra denti antagonisti


Miosite

infiammazione di un muscolo




O

Occlusione

qualsiasi contatto di denti antagonisti


Open bite

la condizione per la quale alcuni denti non vengono a contatto con gli antagonisti


Ortopantomografia

radiografia panoramica che include le immagini sia della mascella che della mandibola su una singola pellicola extraorale.


Osteoporosi

anomala rarefazione ossea, riscontrata maggiormente in età avanzata


Overjet

la proiezione orizzontale degli incisivi superiori oltre quelli inferiori in occlusione centrica (o abituale).




P

Parodontite

malattia cronica infiammatoria che esita da una complessa infezione polimicrobica e porta a distruzione dei tessuti come conseguenza dell'alterazione omeostatica tra il microbiota subgengivale e le difese immunitarie in un ospite suscettibile. Sanz M, van Winkelhoff AJ; Working Group 1 of Seventh European Workshop on Periodontology. Periodontal infections: understanding the complexity-consensus of the Seventh European Workshop on Periodontology. J Clin Periodontol. 2011 Mar;38 Suppl 11:3-6


Parodonto

il tessuto che circonda e supporta i denti. Include: la gengiva, la mucosa alveolare, il cemento, il legamento parodontale, l'osso alveolare e di supporto.


Parafunzione

funzione masticatoria anomala, ad esempio bruxismo.


Periapicale

relativo ai tessuti che circondano l'apice radicolare, incluso il legamento parodontale e l'osso alveolare


Peri-implantite

infiammazione attorno a un impianto dentale o al relativo pilastro.


Piorrea

termine arcaico per indicare varie forme di malattia parodontale.


Placca

massa organizzata, costituita prevalentemente da microrganismi, aderente a denti, protesi e superficie orale che si ritrova nelle tasche parodontali.


Prognosi

la stima del progresso, decorso e risultato della malattia.


Protesi dentale

sostituto artificiale di una parte della dentizione perduta.


Pus

prodotto dell'infiammazione composto da leucociti, elementi tissutali degenerati, fluido tissutale e microrganismi.




R

Radice

la porzione di dente normalmente contenuta nell'osso alveolare cui è connessa grazie al legamento parodontale


Recessione

posizionamento del margine gengivale apicale alla giunzione amelo-cementizia.




S

Scaling

strumentazione della corona e della radice dentale al fine di rimuovere placca, calcoli e macchie dalla superficie


Seno mascellare

cavità contenuta nel massiccio mascellare, ricoperta da epitelio respiratorio, che normalmente si estende superiormente alle radici di premolari e molari estendendosi fino alla regione canina anteriormente e posteriormente al tuber mascellare.


Stomatite

infiammazione dei tessuti molli della cavità orale.




T

Titanio

materiale esclusivamente biocompatibile, non tossico, bio-inerte usato per gli impianti dentali.




U

Ultrasuoni, ablatore

a strumento che oscilla nel range ultrasonico (circa tra 25.000 e 30.000 cps), che accompagnato da un flusso di acqua può essere usato per rimuovere i depositi di placca e tartaro presenti sui denti.




X

Xerostomia

secchezza della bocca causata da un'inadeguata secrezione salivare.